Politica di giustizia ambientale in fase di aggiornamento in Pennsylvania; feedback cercato

FILADELFIA (WPVI) – In Pennsylvania, le preoccupazioni ambientali variano.

“Nel nord-est (parte dello stato), c’è molta preoccupazione per la bonifica delle miniere abbandonate”, ha affermato Justin Dula, direttore dell’Ufficio per la giustizia ambientale della Pennsylvania che opera sotto il Dipartimento di protezione ambientale dello stato. “Questo è diverso dai problemi che le comunità di Filadelfia hanno riguardo a cose come lo scarico illegale”.

I problemi ambientali hanno un impatto sproporzionato sulle persone di colore, che sono più inclini a vivere nelle aree della Pennsylvania interessate dall’inquinamento.

Questo è il motivo per cui il Dipartimento per la protezione ambientale dello stato classifica le aree di giustizia ambientale (EJ), che sono determinate da diversi fattori, tra cui i dati demografici. La maggior parte delle aree EJ sono quartieri in cui almeno il 30% dei residenti sono persone di colore e almeno il 20% di loro vive al livello o al di sotto del livello di povertà federale.

In un’area EJ di South Philadelphia, i residenti vogliono un accordo con la società Hilco prima che riutilizzi l’ex sito di raffineria di Philadelphia Energy Solutions, che secondo i residenti ha danneggiato i loro quartieri. I residenti vogliono vedere una pulizia e avere input su cosa succede dopo.

“Loro (Hilco) hanno pubblicizzato il fatto che avrebbero riutilizzato l’intera raffineria. Vogliamo assicurarci che ciò accada”, ha affermato Earl Wilson, presidente della Eastwick Friends and Neighbors Coalition.

Wilson era tra le dozzine di persone che hanno protestato contro Hilco giovedì pomeriggio. La loro protesta arriva quando la Pennsylvania aggiorna la sua politica di giustizia ambientale.

Parte di esso fornirebbe ai residenti maggiori informazioni sulle aziende nei loro quartieri che intraprendono azioni che potrebbero avere un impatto ambientale; tuttavia, la politica non è la stessa di un cambiamento nelle leggi ambientali.

“Una politica guida davvero solo ciò che il DEP può fare in base allo statuto e ai regolamenti esistenti. Non può creare nuove leggi o regolamenti”, ha affermato Dula, aggiungendo che solo la legislazione statale o federale potrebbe farlo.

Funzionari dell’Ufficio per la giustizia ambientale e del Dipartimento per la protezione ambientale stanno cercando un contributo pubblico sugli aggiornamenti della politica di giustizia ambientale. Il contributo del pubblico sarà accettato fino all’11 maggio. La proposta politica aggiornata può essere visualizzata sul sito web dello Stato.

Ci sono altre due udienze in programma sulla politica. Per informazioni su quelle imminenti audizioni virtuali e documenti da condividere con gli altri, fare clic qui.

La nuova politica di giustizia ambientale sarà attuata entro la fine dell’estate o l’inizio dell’autunno del 2022.

Copyright © 2022 WPVI-TV. Tutti i diritti riservati.

.

Leave a Comment