Sustainable Resilient Longmont ha condiviso gli strumenti per aiutare il pianeta durante la celebrazione della Giornata della Terra

Sia che abbiano scelto di radunarsi sabato o di apprendere pratiche migliori per aiutare il pianeta, Ryan Schutz ha affermato di sperare che una celebrazione della Giornata della Terra nel fine settimana a Longmont abbia mostrato ai residenti il ​​potere che hanno per un cambiamento positivo.

Schutz è il direttore esecutivo di Sustainable Resilient Longmont. Sabato al Museo di Longmont, si è unito all’organizzazione no profit per la difesa della sostenibilità nell’ospitare l’ottava celebrazione annuale della Giornata della Terra, alla quale hanno partecipato più di 700 partecipanti.

“La celebrazione della Giornata della Terra riguarda la speranza”, ha detto Schutz, “celebrando questo pianeta e illuminando i molti modi in cui possiamo apportare un cambiamento in meglio. È abbastanza facile spaventare a morte le persone e spegnerle con quello che sta succedendo. Questo non porta all’azione. Questo non cambia nulla”.

Savannah Jarrett, 7 anni, incolla una foglia con la scritta “Niente più spazzatura” su un murale della Giornata della Terra al Longmont Museum, 400 Quail Road. Il murale chiedeva alle persone di scrivere un’azione che avrebbero potuto intraprendere per aiutare la terra. Savannah è stata tra coloro che hanno contribuito a ripulire la spazzatura lungo Left Hand Creek per l’evento. (Kelsey Hammon)

Diverse organizzazioni hanno visitato l’evento per fornire alle persone gli strumenti. I partecipanti potrebbero parlare con i rappresentanti di People and Pollinators, un’organizzazione no-profit che lavora per promuovere pratiche agricole sostenibili; l’Agenzia per la protezione dell’ambiente; il Sierra Club, un’organizzazione ambientale di base; Stare con il nostro St. Vrain Creek, un gruppo di difesa residenziale, e US Fish and Wildlife Services.

Schutz ha affermato che ci sono anche opportunità per conoscere il compostaggio, che aiuta a evitare che i rifiuti marciscano in una discarica e producano metano, e numerose società di alberi che hanno fatto luce sull’importanza degli alberi. Inoltre, l’organizzazione no profit Longmont Food Rescue ha condiviso tattiche per ridurre lo spreco alimentare e il personale della città ha parlato di trasporto multimodale.

Gli eventi della giornata includevano musica dal vivo dei musicisti Jeff e Paige, che cantano dell’ambiente. La Raptor Education Foundation ha visitato l’evento per dare ai partecipanti la possibilità di vedere uccelli rapaci vivi. I volontari si sono uniti per ripulire Left Hand Creek.

Durante una presentazione, la Rep. Tracey Bernett, che rappresenta la contea di Boulder, ha detto ai presenti quale legislazione era in lavorazione a livello statale. Il democratico di Longmont ha parlato di House Bill 22-1249, che sta cercando di migliorare le reti elettriche statali attraverso la creazione di una mappa stradale di microgrid e House Bill 22-1362, che mira ad adottare codici che creeranno edifici più efficienti.

Un’altra componente della celebrazione della Giornata della Terra sabato è stata una marcia dal museo all’angolo tra Main Street e Ken Pratt Boulevard.

Prima di partire, i circa 50 partecipanti alla marcia si sono riuniti al museo per fare i segni per la manifestazione. La partecipante di Longmont Nancy McKenna ha scritto le parole “Rispetta la nostra casa” su un pezzo di cartone che ha poi decorato con immagini di animali e fiori.

McKenna ha elogiato il lavoro di Sustainable Resilient Longmont e ha affermato di voler mostrare il suo sostegno alla loro missione di promuovere un Longmont più verde.

“Siamo nel mezzo di una crisi”, ha detto. “Abbiamo questa bella casa e non abbastanza persone se ne sono accorte, o le persone hanno sempre messo i profitti davanti al pianeta e alle persone. È sbagliato. Non è che abbiamo un pianeta B in cui possiamo andare, quindi è per questo che sono qui”.

Mentre ha marciato sabato, Patty Stutz-Tannenbaum, residente a Niwot, ha detto che si stava radunando per diffondere il messaggio che spetta alle persone come individui apportare cambiamenti positivi per aiutare il loro pianeta.

“Non possiamo contare su funzionari eletti per farlo”, ha detto Stutz-Tannenbaum. “Non succederà mai. Noi come cittadini e la comunità possiamo apportare i cambiamenti da soli e, si spera, servire da modelli allora. ”

All’angolo tra Ken Pratt Boulevard e Main Street, il gruppo di manifestanti ha cantato “Salva il nostro pianeta” e “Pianta più alberi”.

Schutz sperava che i partecipanti vedessero gli strumenti disponibili per risolvere i problemi globali a livello locale.

“Se scegliamo semplicemente di farlo, se scegliamo di apportare il cambiamento, la tecnologia è lì”, ha detto Schutz. “Tutto ciò di cui abbiamo bisogno esiste. Non ci resta che farlo. La speranza è che questo ispiri i bambini, ispiri i genitori e ci avvicini di un passo a un Longmont più verde”.

Leave a Comment