Wall St Week Ahead La posta in gioco è alta poiché le società megacap evidenziano grandi guadagni settimanali

Le persone sono viste a Wall Street fuori dalla Borsa di New York (NYSE) a New York City, USA, 19 marzo 2021. REUTERS / Brendan McDermid / File fotografico

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

NEW YORK, 22 aprile (Reuters) – Gli investitori sperano che una marea di rapporti trimestrali statunitensi la prossima settimana, compresi quelli dei giganti della crescita a megacap, confermeranno solide prospettive di profitto per le società americane e rafforzeranno le argomentazioni sui titoli dopo un inizio anno difficile .

Quasi 180 società dell’S&P 500, che valgono circa la metà del valore di mercato dell’indice di riferimento, dovrebbero riportare i risultati la prossima settimana. Includono le quattro maggiori società statunitensi per capitalizzazione di mercato: Apple (AAPL.O), Microsoft (MSFT.O), Amazon (AMZN.O) e la società madre di Google Alphabet (GOOGL.O).

L’ultimo round di guadagni arriva in un contesto di aggressività da parte della Federal Reserve e un rapido aumento dei rendimenti obbligazionari che ha suscitato disagio sul fatto che i politici danneggeranno l’economia mentre combattono la peggiore inflazione in quasi quattro decenni. L’S&P 500 è sceso al ribasso ad aprile ed è sceso del 10,4% quest’anno dopo un forte selloff di venerdì. leggi di più

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Con la politica monetaria che pesa sulle azioni, gli investitori rialzisti contano su una solida prospettiva aziendale per supportare i mercati, aumentando la pressione sulle società affinché riportino solidi risultati e previsioni di profitti. Si stima che le società S&P 500 aumenteranno gli utili del 9% quest’anno, secondo Refinitiv IBES.

“Probabilmente è l’argomento più forte che puoi sostenere per possedere azioni a questo punto, che i profitti aziendali sono ancora molto solidi”, ha affermato Charlie Ryan, portfolio manager di Evercore Wealth Management. “Qualsiasi degrado nella crescita dei profitti aziendali e la cadenza di ciò spaventerebbe il mercato”.

Finora, gli investitori si sono affrettati a punire le azioni di società con risultati deludenti, in particolare quelle che portano valutazioni costose. Una vittima recente è stata Netflix (NFLX.O), le cui azioni sono crollate di circa il 35% in una singola sessione dopo che il gigante dello streaming ha registrato il suo primo calo di abbonati in un decennio.

Sebbene le azioni siano diminuite da inizio anno, l’S&P 500 è stato ancora scambiato a circa 19 volte le stime degli utili a termine, al di sopra della sua media a lungo termine di 15,5 volte.

“Siamo in un tipo di ambiente show-me. Penso che la prossima settimana sia fondamentale per i nomi della tecnologia e della crescita elevata, in particolare i titoli a valutazione più alta “, ha affermato Anthony Saglimbene, stratega del mercato globale di Ameriprise. “È meglio che dimostrino di meritare questi multipli in questo momento”.

Gli investitori si concentreranno sui risultati di Apple, Microsoft, Amazon e Alphabet, che insieme hanno un valore di mercato di circa $ 8 trilioni e costituiscono un quinto del peso dell’S&P 500. Tutti questi titoli megacap sono diminuiti quest’anno, con Apple in calo di circa il 9%, Amazon in calo del 13,4%, Alphabet in calo del 17,4% e Microsoft in calo del 18,5%.

Grafica Reuters

Le aspettative sugli utili per queste società sono contenute per il trimestre conclusosi a marzo. Secondo i dati Refinitiv, Microsoft dovrebbe aumentare gli utili per azione rettificati del 12% rispetto al periodo dell’anno precedente, Apple del 2%, mentre Alphabet registra un calo dello 0,7% e Amazon registra un calo del 49%. Si prevede che le società dell’S&P 500 aumenteranno gli utili trimestrali del 7,3%.

“Le aspettative sono basse, ma ciò non significa che non sia importante”, ha affermato James Ragan, direttore della ricerca sulla gestione patrimoniale presso DA Davidson. “Se vogliamo raggiungere quel 9% (crescita degli utili) per l’anno o anche meglio oltre a questo, è difficile immaginare che lo faremo senza avere guadagni migliori del previsto dalle società megacap. “

A parte le prime quattro aziende, i risultati sono attesi la prossima settimana da una serie di società tra cui il proprietario di Facebook Meta Platforms (FB.O), le società di pagamento Visa (VN) e Mastercard (MA.N), le major petrolifere Chevron (CVX.N) ed Exxon Mobil (XOM.N) e le società di consumo Coca-Cola (KO.N) e Pepsico (PEP.O).

Oltre ai risultati finali e alle prospettive finanziarie, gli investitori cercheranno anche di vedere se le aziende possono mantenere i propri margini di profitto poiché l’inflazione minaccia di aumentare i costi di input. Le società dell’S&P 500 dovrebbero vedere i margini di reddito netto scendere a circa il 13% nel 2022 dal record del 13,4% dell’anno scorso, ha affermato JPMorgan in una nota questa settimana.

Delle 99 società S&P 500 che hanno riportato finora, il 77,8% ha riportato utili superiori alle aspettative degli analisti, ha affermato Refinitiv IBES. Tale tasso è al di sopra del tasso di battimento tipico del 66% per un trimestre dal 1994, ma al di sotto dell’83% negli ultimi quattro trimestri.

“Il mercato azionario sta… aspettando questa raffica di guadagni”, ha detto Saglimbene.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Reportage di Lewis Krauskopf; Montaggio di Ira Iosebashvili e Chris Reese

I nostri standard: i principi di fiducia di Thomson Reuters.

.

Leave a Comment