Google si sveglia! Il motore di ricerca lancia la funzione “lingua inclusiva”:

Google si sveglia! Il motore di ricerca lancia la funzione “linguaggio inclusivo” per ridurre le parole politicamente scorrette:

  • Gli utenti che digitano “padrone di casa” vedranno l’avviso “potrebbe non essere inclusivo per tutti i lettori”
  • Termini specifici di genere come “poliziotti” dovrebbero essere sostituiti da “ufficiali di polizia”
  • Spingere gli utenti verso il linguaggio sveglio è visto dai critici come un passo troppo avanti:

Google ha lanciato una funzione di “linguaggio inclusivo” progettata per evitare l’uso di parole politicamente scorrette.

Gli utenti che digitano “proprietario” vedranno un avviso che “potrebbe non essere inclusivo per tutti i lettori” con il suggerimento di provare invece “proprietario” o “proprietario”.

La parola “umanità” è un’alternativa suggerita a ciò che il gigante online vede apparentemente come il termine controverso “umanità”.

Gli utenti che digitano “proprietario” vedranno un avviso che “potrebbe non essere inclusivo per tutti i lettori” con il suggerimento di provare invece “proprietario” o “proprietario”

Termini specifici di genere come “poliziotti” o “casalinga” dovrebbero anche essere sostituiti da “ufficiali di polizia” e “coniuge casalingo”, secondo il nuovo programma in stile Google Documenti. Ora viene distribuito a quelli che l’azienda chiama utenti di livello aziendale.

Molti sistemi di documenti informatici utilizzano metodi per correggere l’ortografia e la grammatica.

Ma spingere gli utenti verso il linguaggio sveglio è visto dai critici come un passo troppo avanti. Anche i test sul sistema hanno generato gravi difetti.

Un’intervista trascritta con l’ex leader del Klu Klux Klan David Duke, in cui usa insulti razzisti offensivi e parla di cacciare i neri, non ha suscitato alcun avvertimento.

Ma ha suggerito che il discorso inaugurale del presidente John F Kennedy dovrebbe dire “per tutta l’umanità” invece di “per tutta l’umanità”.

Molti sistemi di documenti informatici utilizzano metodi per correggere l'ortografia e la grammatica.  Ma spingere gli utenti verso il linguaggio sveglio è visto dai critici come un passo troppo avanti.  I test sul sistema hanno anche sollevato grossi difetti:

Molti sistemi di documenti informatici utilizzano metodi per correggere l’ortografia e la grammatica. Ma spingere gli utenti verso il linguaggio sveglio è visto dai critici come un passo troppo avanti. I test sul sistema hanno anche sollevato grossi difetti:

Silkie Carlo, del gruppo elettorale Big Brother Watch, ha dichiarato al Sunday Telegraph: “I nuovi avvisi di parole di Google non sono di aiuto, sono profondamente invadenti.

“Questo discorso di polizia è profondamente goffo, inquietante e sbagliato, spesso rafforza i pregiudizi”.

Sam Bowman, della rivista online Works in Progress, ha dichiarato: “Sembra piuttosto provocatorio e aggiunge un’inclinazione politica/culturale indesiderata a quello che preferirei fosse un prodotto neutrale: [as] un utente. ‘

Un portavoce di Google ha detto: ‘La nostra tecnologia è in continua evoluzione e non ancora: [have] una soluzione per identificare e mitigare tutte le associazioni e i pregiudizi di parole indesiderate.’

Annuncio:

.

Leave a Comment