Netflix non ha problemi, Wall Street sì.

Netflix non ha problemi, Wall Street sì.

Ora lasciatemi capire chiaramente, avete investitori e analisti “professionisti”, concentrati sul denaro, non sull’arte, non sul servizio fornito da Netflix, che sbagliano costantemente nel loro campo dicendoci cosa accadrà in un altro campo ? Hogwash. Vale a malapena ascoltarli. Non possono prevedere cosa accadrà nel loro mondo, come possono prevedere cosa accadrà con Netflix?

Netflix è il leader di mercato con il vantaggio della prima mossa, ha il maggior numero di clienti con il maggior numero di prodotti e in un quarto non fa saltare le porte e non solo sentiamo che lo streaming deve essere messo in discussione, ma che gli annunci devono essere inserito… è come chiedere ad Apple di mettere in atto tutte le porte sul Mac, quando Steve Jobs ha notoriamente eliminato le porte legacy e spinto il cliente verso un futuro migliore.

Come Reed Hastings.

Torniamo qui. Hastings ha detto che stava rendendo Netflix una società di streaming invece di un DVD da parte di una società di posta e il pubblico è andato fuori di testa. Si è scoperto che Hastings ne sapeva più del pubblico. Quando è stata l’ultima volta che hai riprodotto un DVD? Hai anche un lettore DVD in casa? Hastings sbatté le palpebre, indietreggiò dalla sua dichiarazione, enfatizza nuovamente i DVD per un minuto e poi procede a tutta velocità in streaming e rivoluziona la TV nel processo.

Vediamo… Gli abbonamenti via cavo sono caduti. Alla fine sono intervenute altre società legacy. E abbuffarsi è diventato un passatempo mondiale. Ma in qualche modo Netflix è nel dumper. Dammi una pausa.

L’America è dipendente dalla storia. È un desiderio umano. TikTok, YouTube, soddisfano un’esigenza diversa, tranne quando cercano di seguire lo stesso paradigma, hai sentito parlare di Snapchat Stories ???

Quindi Netflix è fondamentale. Non andrà mai a zero. È come dire che il cibo sta scendendo. O aria o acqua.

Bene, sempre che non costi troppo.

Sì, Netflix ha infranto la barriera dei prezzi. Al punto in cui i clienti hanno iniziato a pensare a cosa stavano pagando. Un tempo costava poco, ma una volta superava i quindici dollari

Questa è psicologia, ecco perché tutto ciò che compri finisce per essere privo di un numero tondo, con un importo in dollari e novantanove centesimi. Questo è il motivo per cui i prezzi degli abbonamenti alla musica non dovrebbero essere aumentati. Non pensi a $ 9,99, ma una volta che hai speso un centesimo, lo fai. E potresti annullare.

Gli investitori non hanno idea di cosa stia succedendo con l’hoi polloi. Hai visto quel tizio della pubblicità online che avrebbe guadagnato 835 milioni di dollari? E David Solomon, capo di Goldman Sachs, ha rifiutato i pagamenti sugli investimenti, quindi guadagnerà di più. Si scopre che è arrabbiato perché non sta guadagnando tanto quanto i titani della tecnologia. Quindi si sta dando un taglio più grande, fanculo gli investitori.

La vita è dura in fondo. Quali account per la condivisione della password… Posso dire di condividere una password per Hulu? Sono stufo e stanco di essere beccato a morte dalle anatre. Sto pagando per Netflix, Amazon, HBO… è un insulto pagarne uno in più.

Abbiamo risolto questo problema nel mondo della musica, forniamo tutta la musica a un prezzo basso. Ma nell’intrattenimento visivo? Hanno preso il modello via cavo, l’hanno importato in streaming e hanno addebitato altrettanto. Questo è un progresso? Quello di cui abbiamo bisogno è un bundle di streaming, dammi tutti i servizi a un prezzo inferiore. Ma no, questi nincompoop non vogliono vivere nel futuro, vogliono importare il passato!

In conclusione… L’inflazione sta imperversando. E nonostante i grandi numeri di occupazione, guarda quanto guadagnano di più gli americani… bupke! Quando hai un servizio non essenziale (e so che suona come una contraddizione con quello che ho detto sopra, ma quando sei al verde sono necessari solo cibo e riparo) non insulti il ​​cliente alzando il prezzo, cosa che ha fatto Netflix. Per quanto riguarda HBO, la maggior parte delle persone lo ottiene con il proprio pacchetto di cavi. È solo un elemento del prezzo complessivo. Per quanto riguarda la Disney… è più economica e non solo ha i biglietti per i bambini, ma ha anche “Star Wars”. Che è come i New York Yankees dei contenuti visivi, almeno gli Yankees di un tempo. Puoi aumentare il prezzo della benzina e del cibo e farla franca, ma l’intrattenimento ha un tetto. E spesso quella che sembra una vittoria è in realtà una sconfitta. I CD troppo cari con una buona traccia hanno aperto la strada a Napster. Le persone si sentivano così derubate che non gliene fregava niente dello scambio di file, non avevano sensi di colpa. E poi la RIAA ha iniziato a citare in giudizio i clienti. Esatto, invece di guardare al futuro hanno cercato di riaffermare il passato. Come appare oggi, da un mondo di streaming in cui i ricavi sono in aumento? Adesso è un business mondiale. Il latino è fiorente. Considerando che in passato la musica del mondo fisico era in larga misura balcanica, ma lo streaming, un progresso nella distribuzione, ha aperto le porte.

Proprio come nell’intrattenimento visivo. Gioco del calamaro? Furto di denaro? Quei successi internazionali sono su Netflix, non sui concorrenti. I concorrenti sono molto indietro, hanno una quantità de minimis di prodotto, in particolare Apple, dimmi perché le persone pagheranno di nuovo per quel servizio? La maggior parte delle persone lo riceve ancora gratuitamente, almeno è economico.

E poi arriva Jason Kilar e mette in streaming film teatrali e Hollywood salta fuori. Hollywood è come Wall Street, non sanno nemmeno che c’è il formaggio, non importa se è stato spostato. Forza investitori e analisti, quand’è stata l’ultima volta che siete andati al cinema? Questo è per i bambini!

Per quanto riguarda gli annunci… Non appannare il servizio. È come chiedere a Tesla di realizzare un’auto da 20.000 dollari. SiriusXM non ha un livello gratuito e funziona abbastanza bene, l’abbonamento lo separa dalla vasta terra desolata della radio terrestre. È un vantaggio psicologico. Per quanto riguarda Hulu… è un servizio in via di estinzione, con i fornitori che estraggono i loro contenuti, e usarlo come esempio è come ascoltare i segaioli senza pubblico che si lamentano che non stanno facendo soldi con Spotify.

E una cosa che ci è stata insegnata negli ultimi vent’anni, ancora e ancora e ancora, è che dai al pubblico ciò che vuole o ne paghi il prezzo. Il pubblico non vuole essere contenuto a cucchiaio. Ciò che è qui oggi è scomparso domani nelle notizie, in ogni ambito della vita. Ma non nell’intrattenimento? Se non fornisci tutto ora, è probabile che svanirà senza che quasi nessuno lo veda. Aspettare settimana dopo settimana per il prodotto è un vecchio modello, istituito con l’avvento della televisione, aspettare settimana dopo settimana per uno spettacolo in questi giorni è come ritardare l’orgasmo per mesi, e non piace a nessuno. Immediato è tutto in questi giorni, ma non in streaming TV? Dai!

Per quanto riguarda settimana per settimana… Sì, potrebbe funzionare per spettacoli di grande successo, unti come grandiosi, ma quelli sono pochissimi. Certo, abbiamo “Ted Lasso”, ma hai dimenticato “The Morning Show”? Quale non si è ancora ripreso dall’essere rilasciato settimana dopo settimana? Tutti quelli che hanno visto l’intera prima stagione sono rimasti entusiasti, ma la maggior parte delle persone non ha superato il primo o due episodi, che erano scadenti. Non prendere il valore anomalo e rendilo il paradigma per tutto. Netflix è stato costruito sull’abbuffata, non vuoi rimuovere quell’aspetto. Quanto a me, pago per la HBO ma non guardo i loro programmi di successo, sempre rivolti agli adulti, non posso preoccuparmi di guardare un episodio alla volta, senza dimenticare quello che è successo in precedenza. E quando la serie è finita il brusio è finito e non mi preoccupo nemmeno, sono dietro la curva. Considerando che gli episodi vengono pubblicati tutti in una volta, una serie è una bomba a orologeria, un oggetto di culto che può essere scoperto in qualsiasi momento in futuro. Ho abbuffato “The Americans” e l’ho adorato, non mi sono preoccupato quando era in TV. Ho abbuffato “Prisoners of War” su Hulu (motivo per cui ho preso in prestito la password), è stata valutata la migliore serie straniera del decennio dal “New York Times”, ma non mi sono preoccupato di guardare il remake inglese Homeland, ” Anche se pago per Showtime (come parte del misterioso pacchetto di cavi). Ora, se ogni stagione fosse stata rilasciata in una volta, l’avrei fatto.

Potrei andare oltre, dimostrando il mio punto, ma la verità è che gli uomini d’affari non hanno idea di cosa facciano i giovani, non sono in contatto. Tutti quei “successi” settimana dopo settimana sono spettacoli per adulti, i giovani non si preoccupano (tranne “Star Wars” / “The Mandalorian”). Questo è proprio come la musica ei CD e Napster, Hollywood e Wall Street non hanno contatti con il cliente.

Netflix deve mantenere la rotta. Le persone si stanno ancora adattando alla ricerca di nuovi prodotti sul servizio anziché sul cavo. E potrebbe capire come affrontare la condivisione delle password. Andiamo, vecchi analisti, non vi ricordate quando tutti hanno rubato la HBO e altri servizi? Hai appena tolto il filtro dal cavo o hai pagato il tuo installatore per farlo. Poi il cavo è passato al digitale e tutto è finito. Se le persone lo vogliono abbastanza, lo pagheranno. Ma non alzare troppo il prezzo e… Dai, gli studenti universitari non guardano il cavo e rinunceranno a Netflix? Non essere ridicolo. E magari avere un prezzo più basso per gli studenti, purché tu possa dimostrare che le persone sono studenti. I giovani non sono troppo preoccupati per la privacy, inseriranno le loro cifre per un accordo.

E c’è un limite al numero di persone che si abboneranno ai punti vendita TV in streaming. Alla fine tutti hanno avuto uno smartphone, è diventato un business maturo. Tuttavia, c’è ancora un margine per Netflix. Per quanto riguarda la società che perde il 35% del suo valore… Dio, immagina se questi raccoglitori di azioni e analisti fossero quotati in borsa e se non guadagnassero tanto quanto il trimestre precedente, il loro patrimonio netto diminuirebbe di un importo concomitante, ovvero il 35%.

E perché nessuno può inciampare o sbagliare in una società quotata in borsa? Perché i profitti devono continuare a salire e crescere?

Sai chi ha fatto questo meglio? Jack Welch, presso GE. Ha essenzialmente cucinato i libri per soddisfare Wall Street. E poi cosa è successo? GE è crollato, non poteva continuare. Potrei delineare capitoli e versi, ma questa è una storia che Wall Street conosce. E GE Capital? Sembrava brillante prima del crollo del mercato. Parliamo di lungimiranza… NON C’ERA NESSUNA!

Per quanto riguarda cosa guardare su Netflix

Ti segnalo la mia lista di oltre un anno fa:

“Miglior serie su Netflix in ordine”

Lì, questo ti farà andare avanti per mesi, se non un anno intero. E sono tutte blue chips!

E quante ore si può guardare la televisione comunque? Quindi eravamo tutti a casa durante il lockdown e

Il Paese potrebbe essere nei guai, ma non Netflix… Netflix è per sempre!

Leave a Comment