Twitter ‘in trattative di acquisizione con Elon Musk’ dopo le pressioni degli azionisti | Twitter

Twitter ha avviato le trattative con Elon Musk domenica dopo aver corteggiato gli azionisti con dettagli finanziari sulla sua offerta di acquisizione da 43 miliardi di dollari, hanno detto persone che hanno familiarità con la questione.

La decisione della società di impegnarsi con Musk, presa all’inizio di domenica, non significava che avrebbe accettato la sua offerta di $ 54,20 per azione, hanno affermato le fonti. Significava, tuttavia, che Twitter stava esplorando se una vendita a Musk fosse possibile a condizioni interessanti.

Musk, amministratore delegato di Tesla, ha incontrato gli azionisti di Twitter negli ultimi giorni in cerca di supporto per la sua offerta. Ha affermato che Twitter deve essere privato per crescere e diventare una vera piattaforma per la libertà di parola.

Gli azionisti hanno spinto Twitter a tenere colloqui dopo che Musk ha delineato un piano di finanziamento dettagliato per la sua offerta giovedì e lo ha esortato a non lasciare che l’opportunità di un accordo slittante.

L’insistenza di Musk sul fatto che stesse facendo la sua offerta “migliore e finale” era un ostacolo nei negoziati, hanno detto le fonti, ma il consiglio aveva deciso di impegnarsi con Musk per raccogliere più informazioni e potenzialmente ottenere condizioni migliori.

Twitter voleva saperne di più su qualsiasi indagine attiva da parte delle autorità di regolamentazione su Musk, inclusa la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti, che rappresenterebbe un rischio per l’accordo, ha detto una delle fonti a Reuters.

Gli avvocati della sicurezza finanziaria affermano che Musk – che ha risolto le accuse di aver fuorviato gli investitori suggerendo che quattro anni fa si era assicurato finanziamenti per rendere Tesla privata – potrebbe aver violato le regole di divulgazione della SEC poiché ha accumulato una partecipazione in Twitter all’inizio di quest’anno.

Twitter stava anche esaminando se le autorità di regolamentazione in uno dei suoi principali mercati si sarebbero opposti al fatto che Musk fosse il proprietario della società, ha aggiunto la fonte. Se Twitter stabilisse che una vendita a Musk sarebbe rischiosa, secondo le fonti potrebbe richiedere una quota considerevole per la rottura.

La società di social media ha adottato una pillola avvelenata dopo che Musk ha fatto la sua offerta, per impedirgli di aumentare la sua partecipazione di oltre il 9% nella società oltre il 15% senza negoziare un accordo con il consiglio. In risposta, Musk ha minacciato di lanciare un’offerta pubblica di acquisto che avrebbe potuto utilizzare per registrare il sostegno degli azionisti per la sua offerta.

Una preoccupazione che il consiglio di Twitter ha soppesato era che, a meno che non avesse cercato di negoziare un accordo con Musk, molti azionisti avrebbero potuto sostenerlo in un’offerta pubblica, hanno affermato le fonti. Sebbene la pillola avvelenata avrebbe impedito loro di offrire le proprie azioni, la società era preoccupata che la sua mano negoziale si sarebbe indebolita notevolmente se fosse stato dimostrato che andava contro la volontà di molti dei suoi investitori.

I rappresentanti di Twitter e Musk non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento.

Leave a Comment