Pioniere STEM, il fisico Dr. Shirley Ann Jackson va in pensione dopo 50 anni

Dopo una straordinaria carriera durata quasi 50 anni, il pioniere STEM, fisico e presidente del Rensselaer Polytechnic Institute, il Dr. Shirley Ann Jackson va in pensione.

Nel 1973, Jackson si è laureata al Massachusetts Institute of Technology con un dottorato in fisica teorica delle particelle elementari, diventando così la prima donna di colore a ricevere un dottorato in qualsiasi campo dalla rinomata università. È stata anche una delle prime donne nere a ricevere una laurea dalla scuola.

Il suo tempo al MIT ha posto le basi per la sua vita professionale, mettendola sulla strada per aiutare gli altri lungo la strada, ha detto Jackson a ABC News. Ha descritto come gli eventi degli ultimi 50 anni abbiano contribuito a plasmare non solo il suo lavoro, ma anche come aiutare a essere un esempio per gli altri.

“Ho capito quando mi sono guardato intorno, non c’erano molti afroamericani quando ero uno studente universitario, e soprattutto come laureato”, ha detto Jackson. Ha aggiunto che fare il miglior lavoro possibile nella propria carriera potrebbe aiutare a guidare gli altri.

Dott. Shirley Ann Jackson presenta la ricerca presso gli AT&T Bell Laboratories in una foto non datata.

Rensselaer Politecnico

Jackson ha detto che guarda indietro alla sua vita attraverso “finestre nel tempo” segnate da eventi storici che l’hanno portata a crearne alcune sue.

Jackson ricorda di essersi sentita vicina alla politica che ha influenzato così tanto la sua infanzia. Sebbene vivesse in un quartiere prevalentemente bianco, non poteva frequentare la scuola segregata più vicina a casa sua. Il punto di riferimento 1954 Brown v. La decisione del Board of Education, tuttavia, ha cambiato le cose.

“E’ stata un’esperienza interessante”, ha detto. “Si potrebbe dire che era più competitivo perché era una gamma più ampia di persone con cui si gareggiava”.

Solo pochi anni dopo, il lancio dello Sputnik 1 ha intensificato la corsa allo spazio tra gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica.

“Ciò ha reso nervosi i responsabili delle politiche pubbliche e i politici. E così il curriculum nelle scuole pubbliche è stato cambiato per dare molta più enfasi alla scienza e alla matematica”, ha detto Jackson di come fosse ulteriormente immersa nel campo.

La sua attenzione le ha assicurato due borse di studio al MIT. Sebbene inizialmente pensasse di dedicarsi alla matematica, al latino e al greco, presto si interessò alla meccanica quantistica, dove eccelleva nonostante le sfide sociali che doveva affrontare.

“Al MIT, non è stato sempre amichevole”, ha detto. “Se mi sedessi a un tavolo da solo, nessun altro verrebbe e si unirebbe molte volte, ma se andassi e mi unissi al tavolo, le persone finirebbero improvvisamente i loro pasti… e quindi, in questo senso, era molto isolante”.

FOTO: Dott.  Shirley Ann Jackson è raffigurata in un ritratto non datato.

Dott. Shirley Ann Jackson è raffigurata in un ritratto non datato.

Rensselaer Politecnico

Imperterrita, ha trovato comunità nel capitolo regionale della storica confraternita nera Delta Sigma Theta. Avrebbe continuato a servire come presidente della confraternita per due anni. Ha detto che le ha insegnato “resilienza, inventiva, intraprendenza” mentre le ha dato uno sfogo poiché il MIT non aveva un proprio capitolo in quel momento.

Verso la fine del suo ultimo anno, nell’aprile del 1968, Jackson stava tornando da una visita alla scuola di specializzazione quando seppe che il Dr. Martin Luther King Jr. era stato fucilato a Memphis. Sentendo la notizia della sua morte, le ha fatto pensare a come avrebbe potuto fare la differenza.

“Ho pensato a quanto sono stato tranquillo da studente universitario. E ho sentito che c’era qualcosa che dovevo fare e che dovevo fare al MIT per coinvolgere più studenti afroamericani e delle minoranze e diventare più ospitale per tali studenti. E così alla fine, ho deciso di rimanere al MIT”, ha detto Jackson a ABC News.

Agendo, Jackson ha co-fondato la Black Student Union della scuola, che è stata determinante nell’avvio del Project Interphase, un programma estivo progettato per aiutare a far entrare i nuovi studenti nella vita al MIT. Il programma, che funziona ancora oggi, si è evoluto da una task force sulle opportunità educative che ha cercato di espandere il pool di candidati e promuovere la diversità al MIT.

Dopo anni passati a fare progressi nel suo lavoro post-dottorato presso la società di ricerca e sviluppo Bell Labs e il laboratorio di fisica delle particelle Fermilab, Jackson è stata nominata presidente della Commissione di regolamentazione nucleare degli Stati Uniti dal presidente Bill Clinton nel 1995.

È tornata al mondo accademico nel 1999 come 18° presidente del Rensselaer Polytechnic Institute per creare un’istituzione con la “portata globale e l’impatto globale” che ha oggi. Nel 2014, il presidente Barack Obama ha nominato Jackson co-presidente del President’s Intelligence Advisory Board.

FOTO: Dott.  Shirley Ann Jackson partecipa alla sua inaugurazione presidenziale dell'RPI nel 1999.

Dott. Shirley Ann Jackson partecipa alla sua inaugurazione presidenziale dell’RPI nel 1999.

Rensselaer Politecnico

Dai primati notevoli alle strutture nucleari, Jackson ha lasciato il segno nel mondo. Riflettendo su ciò che tutto ciò ha significato per lei, ha detto ad ABC News che ciò che tiene stretto è la memoria di suo padre e l’impatto che il suo lavoro ha avuto sugli altri.

“Si tratta di essere in grado di camminare in modo da poter trasportare qualcun altro”, ha detto. “Più influenti sono le posizioni che ho avuto e più potenti sono diventate, più sono stato in grado di aiutare le persone a sviluppare porte aperte e aiutare le persone a passare. Questo è ciò che è significativo per me”.

.

Leave a Comment