Lo Utah vieta temporaneamente il tiro al bersaglio in 25 aree di gestione della fauna selvatica, citando i rischi di incendio

Una foto di un avviso di chiusura del tiro al bersaglio pubblicato al di fuori di un’area di gestione della fauna selvatica dello Utah l’8 giugno 2021. La Utah Division of Wildlife Resources ha annunciato venerdì che vieterà temporaneamente il tiro al bersaglio in 25 delle sue aree di gestione degli incendi a causa dei rischi di incendi. (Divisione delle risorse della fauna selvatica dello Utah)

Tempo di lettura stimato: 3-4 minuti

SALT LAKE CITY — I monsoni estivi stanno aiutando ad alleviare alcuni dei rischi di incendi nello Utah; Tuttavia, con rischi ancora abbastanza alti da preoccupare, i funzionari della fauna selvatica dello Utah stanno vietando il tiro al bersaglio in poco più di due dozzine di aree di gestione della fauna selvatica in tutto lo stato.

Oltre al tiro al bersaglio, i funzionari della Utah Division of Wildlife Resources hanno annunciato venerdì che il possesso di esplosivi, come dispositivi incendiari o chimici o bersagli esplosivi, non sarà consentito in 25 aree di gestione della fauna selvatica, con effetto immediato. Le misure sono state prese con l’aiuto dei corrispondenti uffici dello sceriffo della contea.

Il nuovo divieto rimarrà in vigore per almeno le prossime due settimane e sarà rivalutato ogni due settimane. Non si applica alle armi da fuoco utilizzate per la caccia se il divieto si estende all’inizio della stagione venatoria.

Le 25 aree di gestione della fauna selvatica interessate sono:

  • Sorgenti di melo (Contea di Sanpete)
  • Montagna Calva (Contea di Sanpete)
  • Grande Vuoto (Contea di Sanpete)
  • Collina Nera (Contea di Sanpete)
  • Brigham Face (Contea di Box Elder)
  • Christensen Springs (Contea di Sanpete)
  • Cannella Creek (Contea di cache)
  • Insenatura di acqua fredda (Contea di Box Elder)
  • Insenatura profonda (Contea di Juab)
  • Canyon orientale (contee di Morgan e Summit)
  • Orsetto di East Fork (Contea di cache)
  • Fattoria verde fontana (Contea di Sanpete)
  • Hardware (Contea di cache)
  • Henefer-Echo (contee di Morgan e Summit)
  • Kama (Contea di vertice)
  • Levan (Contea di Juab)
  • Forcella centrale (Contea di cache)
  • Millville-Providence (Contea di cache)
  • Richmond (Contea di cache)
  • Santaquin (Contea di Juab)
  • Ranch Triangolo (Contea di Juab)
  • Woodruff (Contea ricca)
  • Sei miglia (Contea di Sanpete)
  • Dodici miglia (Contea di Sanpete)
  • Collina Bianca (Contea di Sanpete)
  • Wallsburg (Contea di Wasatch)

La maggior parte dei divieti si trova nello Utah centrale e settentrionale, che nelle ultime settimane ha ricevuto meno precipitazioni dai monsoni rispetto a parti dello Utah meridionale.

L’82% dello Utah rimane almeno in condizioni di siccità estrema, secondo lo US Drought Monitor. È un leggero miglioramento di circa 1,5 punti percentuali rispetto alla settimana precedente. E mentre i meteorologi del Great Basin Predictive Services hanno affermato questa settimana che i rischi di incendi boschivi sono migliorati in tutto lo Utah nelle ultime settimane, ci sono livelli di umidità molto secchi nei combustibili morti, in particolare nelle parti centrali e settentrionali dello stato.

È qui che entra in gioco il tiro al bersaglio nelle aree selvagge. Solo due anni fa si sono verificati un paio di grandi incendi nelle aree statali di gestione della fauna selvatica che hanno bruciato centinaia di acri di habitat animali, ciascuno causato dal tiro al bersaglio. I funzionari della Utah Division of Wildlife Resources hanno detto venerdì che non vogliono che accada mai più.

“Con le condizioni (estremamente) asciutte, qualsiasi scintilla può innescare un incendio”, ha affermato Eric Edgley, capo della sezione habitat della divisione, in una dichiarazione. “Con il tiro al bersaglio di un’arma da fuoco, scintille di bersagli metallici, un proiettile o altri proiettili che colpiscono una roccia sono tutto ciò che serve per provocare una scintilla e un incendio”.

La Utah Division of Wildlife Resources consiglia invece a chiunque cerchi di sparare al bersaglio di recarsi in un poligono al coperto, come il Lee Kay Public Shooting Range nella contea di Salt Lake, o il Cache Valley Public Shooting Range a Logan, che la divisione gestisce. La divisione aggiunge che “non mancano” anche altri poligoni di tiro disponibili nello stato.

In definitiva, la divisione mira a proteggere gli spazi riservati alla fauna selvatica dello Utah per sopravvivere e prosperare.

“Risorse significative vanno al miglioramento dell’habitat in queste aree di gestione della fauna selvatica e degli uccelli acquatici per renderle più vantaggiose per una varietà di specie selvatiche, motivo per cui queste misure preventive e proattive sono così importanti”, ha affermato Justin Shirley, direttore della divisione. “Proteggere queste risorse dagli incendi è fondamentale per la fauna selvatica ed è un enorme vantaggio per i pescatori, i cacciatori e altri appassionati di fauna selvatica che utilizzano queste proprietà”.

Storie più recenti di incendi nello Utah

Carter Williams è un giornalista pluripremiato che si occupa di notizie generali, attività all’aperto, storia e sport per KSL.com. In precedenza ha lavorato per il Deseret News. È un trapianto dello Utah via Rochester, New York.

Altre storie che potrebbero interessarti

.

Leave a Comment