Le trappole a colla di lanterne maculate stanno uccidendo gli uccelli, avverte il gruppo di salvataggio della fauna selvatica

Negli ultimi due anni, esperti di insetti e funzionari dell’agricoltura hanno esortato i proprietari di case e gli imprenditori a uccidere le lanterne maculate. Ma alcuni dei dispositivi più popolari utilizzati per spegnere quegli insetti – trappole di colla – hanno involontariamente ferito e ucciso uccelli, secondo i funzionari di The Raptor Trust.

“Sebbene la lanterna maculata sia di grande preoccupazione nella nostra zona, le conseguenze non intenzionali di questo metodo di riparazione superano di gran lunga la sua efficacia, e in alcuni casi le vittime delle catture accessorie sono proprio cose che potrebbero predare le mosche delle lanterne in primo luogo, ” il gruppo di riabilitazione degli uccelli ha pubblicato sulla sua pagina Facebook il 18 agosto. 2.

Christopher Soucy, direttore esecutivo dell’organizzazione no-profit Raptor Trust, con sede nella contea di Morris, ha affermato che c’è stato un notevole aumento degli uccelli rimasti bloccati nelle trappole di colla per mosche lanterne che le persone attaccano ai tronchi degli alberi per intrappolare e uccidere gli insetti invasivi che hanno si sono rapidamente moltiplicati nel New Jersey e in altri stati orientali negli ultimi anni.

Il risultato preoccupante: molti uccelli vengono gravemente feriti e alcuni stanno morendo, ha detto Soucy a NJ Advance Media.

Questo uccello canoro è stato ferito quando è rimasto bloccato in una trappola di colla che era stata predisposta per catturare le lanterne maculate. (Foto per gentile concessione di The Raptor Trust nella contea di Morris)La fiducia dei rapaci

Finora quest’anno, The Raptor Trust ha già risposto a 61 casi di uccelli che sono stati catturati in trappole di colla, di cui 53 solo a giugno e luglio.

“A questo punto l’anno scorso (a giugno e luglio), ne avevamo sei”, ha detto Soucy. “Quindi è quasi un aumento di dieci volte quest’anno… Quest’anno è esploso.”

Dei 61 uccelli che sono stati bloccati con del nastro adesivo e presi dall’organizzazione di riabilitazione della fauna selvatica a partire dal 18 agosto 3, 15 sono guariti e sono stati rilasciati, ha detto Soucy. Tuttavia, 23 rimangono in cura con ferite e tutti gli altri uccelli sono morti.

“Una volta che sono in quella trappola, stanno lottando per liberarsi”, ha detto Soucy, osservando che gli uccelli soffrono di “danni alle piume e abrasioni, danni alla pelle, oltre a traumi, stress e shock”.

In aggiunta al trauma, ha detto, c’è il fatto che gli uccelli non capiscono che i veterinari umani e i tecnici veterinari che lavorano al The Raptor Trust stanno cercando di aiutarli e salvarli dalle loro ferite. Gli uccelli sono spaventati e vogliono uscire dalla cattività e tornare nel loro habitat naturale.

Sebbene molte specie diverse di uccelli siano rimaste bloccate in trappole di colla, i tipi più comuni sono uccelli più piccoli come uccelli canori e uccelli gatto grigi, ha detto Soucy.

Uccelli catturati in trappole di colla per mosche lanterne maculate

Questi piccoli uccelli sono stati feriti quando sono rimasti bloccati in trappole di colla che erano state installate per catturare le lanterne maculate. (Foto per gentile concessione di The Raptor Trust nella contea di Morris)La fiducia dei rapaci

Suggerimenti per i proprietari di casa

Sebbene The Raptor Trust non raccomandi l’uso di trappole per colla sugli alberi – a causa del pericolo che rappresentano per gli uccelli e altri animali selvatici – se i proprietari di case e gli imprenditori decidono di usarle, Soucy afferma che dovrebbero installare una barriera protettiva attorno alla colla utilizzando un materiale a rete metallica come “panno hardware” con piccoli fori, di solito mezzo pollice per mezzo pollice.

I fori di quelle dimensioni dovrebbero essere abbastanza piccoli da tenere fuori gli uccelli e consentire ai bersagli previsti – le lanterne maculate – di passare e raggiungere le trappole di colla.

L’organizzazione afferma che un’alternativa più sicura per aiutare a proteggere uccelli e piccoli mammiferi è una “trappola circolare”, qualcosa che viene utilizzata con buon successo in Pennsylvania. Le trappole circolari sono progettate per catturare le ninfe delle lanterne mentre le creature strisciano sugli alberi per nutrirsi di foglie.

“Questa trappola di nuovo stile è realizzata con una zanzariera ricoperta di plastica e non utilizza alcun materiale appiccicoso. È fondamentalmente un tunnel in cui entrano gli SLF”, osserva la Penn State Extension in questa scheda informativa. “Quando si spostano verso l’alto nella trappola, finiscono in un contenitore di raccolta senza uscita dove muoiono”.

Stati con problemi di lanterne

Lanterne maculate sono state avvistate nel New Jersey e in altri 10 stati, tra cui Connecticut, Delaware, Indiana, Maryland, Massachusetts, New York, Ohio, Pennsylvania, Virginia e West Virginia.

In questo periodo dell’anno, gli insetti stanno facendo il loro passaggio da minuscole ninfe alla loro fase di giovane adulto. Hanno iniziato in primavera e all’inizio dell’estate con corpi neri e macchie bianche, poi sono diventati rossi con macchie nere e macchie bianche con il progredire dell’estate.

Ora molte lanterne maculate nel New Jersey stanno diventando più grandi, crescono le ali e prendono il volo per sciamare più alberi e piante, proprio come hanno fatto la scorsa estate e autunno.

Lanterne maculate

Ecco come appaiono le lanterne maculate adulte alla fine dell’estate e all’inizio dell’autunno, con le ali chiuse.Dipartimento dell’Agricoltura del New Jersey

“Se trovi un uccello intrappolato in una trappola per colla, per favore portalo a un riabilitatore di fauna selvatica autorizzato il prima possibile”, afferma The Raptor Trust sulla sua pagina Facebook.

Il Raptor Trust può essere raggiunto al 908-647-2353 o 908-647-1091.

Grazie per aver fatto affidamento su di noi per fornire le notizie locali di cui ti puoi fidare. Si prega di considerare il supporto NJ.com con abbonamento volontario.

Len Melisurgo è raggiungibile a LMelisurgo@njadvancemedia.com.

Leave a Comment