Una “grande vittoria” per gli appassionati di fauna selvatica: quali sono le prospettive per la più recente area di gestione della fauna selvatica dello Utah

Una foto di uno stagno nell’area di gestione della fauna selvatica di Cinnamon Creek scattata venerdì. Venerdì è stata aperta l’area di gestione della fauna selvatica. (Divisione delle risorse della fauna selvatica dello Utah)

Tempo di lettura stimato: 3-4 minuti

AVON, Cache County — Cinnamon Creek, con le sue dolci colline e i boschi di pioppi, attira da anni cacciatori e pescatori.

E con il taglio di un nastro arancione al suo cancello di apertura, i funzionari della fauna selvatica dello Utah affermano che la tradizione durerà per gli anni a venire. La Utah Division of Wildlife Resources ha celebrato venerdì la sua nuova proprietà della terra con una cerimonia del taglio del nastro per aprire la nuova area di gestione della fauna selvatica di Cinnamon Creek.

L’evento, in molti modi, segna l’inizio delle trasformazioni nell’area dopo che la Utah Division of Wildlife Resources ha acquisito il terreno di 8.107 acri appena a nord del confine della contea di Weber e Cache in un’asta pubblica che si è conclusa nel novembre 2021.

“L’ottenimento della proprietà è una vittoria importante per gli amanti della fauna selvatica e della fauna selvatica”, ha dichiarato lunedì Daniel Olson, responsabile dell’habitat regionale per la divisione.

Cacciatori e pescatori hanno utilizzato la terra in passato perché i gestori statali della fauna selvatica avevano un accordo in atto con il precedente proprietario della terra, la Utah School and Institutional Trust Lands Administration. Tuttavia, l’uso è stato messo a rischio quando l’amministrazione ha annunciato l’intenzione di vendere il terreno.

Cinnamon Creek è anche considerata una zona invernale “vitale” per la fauna selvatica, comprese le specie di selvaggina di grossa taglia, secondo la Utah Division of Wildlife Species. Il torrente ospita anche alcune delle migliori trote spietate di Bonneville nello stato.

Con la possibilità di perdere lo spazio della fauna selvatica, i funzionari della fauna selvatica dello Utah hanno iniziato a raccogliere milioni di dollari da più organizzazioni ed enti governativi, tra cui la Utah Legislature e il US Fish and Wildlife Service, per piazzare l’offerta vincente di poco più di $ 20 milioni da mantenere è aperto per usi ricreativi.

Il trasferimento dell’atto ufficiale è stato completato a luglio, quando è diventata ufficialmente la 193a area di gestione della fauna selvatica nello stato.

Giorni dopo quel trasferimento, la divisione ha inviato squadre nell’area per iniziare i lavori di miglioramento all’ingresso della nuova area di gestione della fauna selvatica, espandere il suo parcheggio e posizionare un nuovo canale sotterraneo nell’area per ridurre il rischio di inondazioni. Il team ha anche ricostruito la strada che porta all’area gestionale, caduta in stato di abbandono.

Il 13 luglio le squadre di costruzione sgomberano una strada per la nuova area di gestione della fauna selvatica di Cinnamon Creek.
Il 13 luglio le squadre di costruzione sgomberano una strada per la nuova area di gestione della fauna selvatica di Cinnamon Creek. (Foto: Utah Division of Wildlife Resources)

Un lavoro simile è previsto per il futuro, soprattutto perché la divisione cerca di ripulire i danni arrecati alla terra.

“La maggior parte delle strade nell’area di gestione della fauna selvatica sono in cattive condizioni. Gli utenti ricreativi hanno anche creato strade dove le strade non dovrebbero essere”, ha affermato Olson. “Fornire belle strade per le persone su cui viaggiare e chiudere le strade secondarie che si sono sviluppate nel corso degli anni sono tra le nostre prime priorità”.

Olson aggiunge che anche le recinzioni dell’area necessitano di riparazioni approfondite. Detto questo, i funzionari statali della fauna selvatica affermano che la terra stessa è in “forma decente” nel complesso, il che significa che credono che qualsiasi futuro sforzo di bonifica dell’habitat avrà successo.

La divisione prevede di formare un comitato di pianificazione per sviluppare un piano di gestione di Cinnamon Creek all’inizio del 2023. Il comitato determinerà in futuro i tipi di attività consentite all’interno dell’area di gestione.

Anche se probabilmente rimarrà aperta alla caccia e alla pesca, l’area di gestione è una delle 23 in cui il tiro al bersaglio è attualmente vietato a causa dei rischi di incendi.

Fotografie

Storie correlate

Le storie più recenti di Outdoor & Rec

Carter Williams è un giornalista pluripremiato che si occupa di notizie generali, attività all’aperto, storia e sport per KSL.com. In precedenza ha lavorato per il Deseret News. È un trapianto dello Utah via Rochester, New York.

Altre storie che potrebbero interessarti

.

Leave a Comment