Gli ufficiali del sud-est asiatico aumentano di livello sull’applicazione della CITES

I corsi di formazione faccia a faccia con i materiali di nuova concezione sono stati fondamentali per fornire informazioni e strumenti aggiornati ai soggetti in prima linea in alcuni dei principali punti caldi del commercio di fauna selvatica della regione. Tuttavia, il turnover del personale, i cambiamenti normativi e le tendenze in evoluzione nei crimini contro la fauna selvatica significano che c’è una costante necessità di formazione”.

Renee Yee, responsabile della formazione e dello sviluppo delle capacità di TRAFFIC nel sud-est asiatico

Corsi introduttivi incentrati sulla CITES in Thailandia e Laos

Più di 100 agenti in Thailandia e nella Repubblica democratica popolare del Laos sono stati presentati ai problemi che affliggono la regione del Mekong attraverso un video che descrive la sua continua lotta per affrontare il crimine contro la fauna selvatica e la necessità di intensificare gli sforzi contro la tratta.

TRAFFIC ha anche utilizzato la sua guida per identificare le specie comunemente oggetto di traffico e una pratica guida tascabile specifica per le specie trafficate della regione.

Queste risorse si sono concentrate sullo sviluppo della comprensione da parte delle forze dell’ordine dei processi e delle regole relative al commercio transfrontaliero di specie selvatiche, che è disciplinato dalla CITES.

“In una regione che funge da fonte, punto di transito e destinazione per il commercio illecito di fauna selvatica, agenti con formazione e conoscenze faranno la differenza. Ad esempio, la presenza di un agente alle porte principali, alla ricerca di crimini contro la fauna selvatica e in grado di agire con sicurezza, è un’interruzione critica nel percorso dei trafficanti”, ha affermato Yee.

Le sessioni si sono svolte a Chiang Khong in Thailandia ea Vang Vieng nella Repubblica democratica popolare del Laos in aprile e giugno e hanno coinvolto agenti forestali e forestali, polizia, funzionari doganali e pubblici ministeri che lavorano in varie province dei due paesi. I corsi di formazione sono stati organizzati congiuntamente con il WWF-GMP e finanziati dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, dal Bureau of International Narcotics and Law Enforcement Affairs (INL) nell’ambito del progetto Fighting Wildlife Trafficking in the Golden Triangle.

Nell’ambito di questo progetto, TRAFFIC sta anche sviluppando un video di formazione sulla regolamentazione del commercio di specie selvatiche incentrato sull’applicazione della CITES in inglese, tailandese e laotiano, e dovrebbe portare la formazione a un pubblico regionale molto più ampio una volta completata. I video di formazione nella lingua locale consentiranno alle agenzie di condurre formazione a un costo minimo, spesso e rapidamente a molti altri agenti il ​​cui compito è regolamentare il commercio di specie selvatiche e agire contro i crimini contro la fauna selvatica.

Il team di formazione e rafforzamento delle capacità di TRAFFIC nel sud-est asiatico sta anche sviluppando un kit di strumenti che guiderà le forze dell’ordine su come svolgere la formazione da sole, da utilizzare oltre la durata di questo progetto. Il toolkit sarà reso disponibile online una volta completato.

Coinvolgere il nuovo pubblico delle forze dell’ordine in Malesia

Tuan Haji Madhan bin Kiflie – Il capo della divisione per l’applicazione e la protezione della SFC riceve istruzioni da Renee Yee.

Questi strumenti sono stati utilizzati anche in altri corsi di formazione CITES negli stati del Sarawak e del Sabah in Malesia nell’ambito di un progetto separato* finanziato dal Laboratorio forense (USFWS) del Fish and Wildlife Service degli Stati Uniti per rafforzare l’applicazione e ridurre il commercio illegale di specie. .

La formazione in Sarawak ha riunito agenti selezionati per l’applicazione e la protezione nuovi al commercio legato alla CITES. Poiché i partecipanti provenivano dalle unità di protezione della fauna selvatica in ogni distretto statale, ciò ha consentito discussioni approfondite tra gli ufficiali di diversi distretti. Questo seminario è stato ospitato dalla Sarawak Forestry Corporation (SFC).

In questo seminario, gli ufficiali hanno appreso come identificare le specie, come sono elencate nelle appendici CITES, le regole sul rilascio dei permessi, i metodi di contrabbando e il crescente commercio illegale di animali selvatici online.

Il team di formazione di TRAFFIC ha anche portato risorse di formazione, come la guida all’identificazione della fauna selvatica ampliata di recente pubblicazione, a un nuovo pubblico in Sabah e si è impegnato con i ranger e gli ufficiali della fauna selvatica appena reclutati che lavorano presso il complesso centrale di immigrazione e quarantena doganale, che monitora il commercio di piante e animali .attraverso lo stato.

I seminari hanno fornito una via per la discussione su lacune, sfide e soluzioni alla criminalità. Gli ufficiali in entrambe le sessioni hanno segnalato un aumento del commercio online di animali selvatici e hanno condiviso le numerose sfide che hanno dovuto affrontare indagando e perseguendo tali casi.

Poiché la prossima Conferenza delle parti (CoP) della Convenzione sul commercio internazionale delle specie di flora e fauna selvatiche minacciate di estinzione (CITES) è all’orizzonte, TRAFFIC Southeast Asia ha continuato gli sforzi per condividere le conoscenze con le forze dell’ordine nella regione.

Leave a Comment