I legislatori, i sostenitori cercano di attuare la legge sui corridoi della fauna selvatica per rendere più sicure le strade del New Mexico

sett. 19—Tutti gli ingredienti necessari erano a posto per creare l’incidente automobilistico perfetto, più accuratamente, perfettamente orribile.

Era una buia notte d’inverno e due alci stavano attraversando la NM 68 a sud di Taos, probabilmente per cercare cibo. Fu allora che Garrett VeneKlasen individuò gli animali mentre guidava la sua vecchia Lexus.

VeneKlasen ha avuto appena il tempo di virare fuori dalla linea della madre alce, ma il suo veicolo ha colpito lateralmente un vitello di circa 250 libbre. La collisione ha ucciso l’alce più piccolo e ha causato danni “significativi” al veicolo.

L’autista di un camion che viaggiava dietro VeneKlasen non ha avuto abbastanza tempo per evitare l’alce morto e ha corso sopra il suo corpo, creando quasi un altro incidente.

Nessuno dei due piloti è rimasto ferito, ma VeneKlasen, scosso, lo ha ricordato come un incidente “piuttosto spaventoso” che gli ha fatto battere il cuore.

“Se fossi stato più di 12 pollici, quell’alce sarebbe saltato sul mio cofano e sul mio parabrezza e probabilmente mi avrebbe ucciso”, ha detto VeneKlasen, il direttore della conservazione settentrionale della New Mexico Wildlife Federation.

Tali situazioni potenzialmente mortali sono sempre più problematiche poiché la fauna selvatica migra più lontano per trovare cibo, acqua o un compagno o scappare da un habitat un tempo confortevole devastato da un incendio. I funzionari affermano che gli incidenti automobilistici che coinvolgono animali – incontri che possono portare alla distruzione, alla morte e a danni per migliaia di dollari – stanno spingendo rinnovati sforzi per creare corridoi di sicurezza sia per l’uomo che per la bestia.

I legislatori, i sostenitori della sicurezza pubblica e della fauna selvatica stanno riponendo molta fiducia – e stanno cercando di investire molti soldi – nell’attuazione del Wildlife Corridors Act dello stato, che è stato approvato e convertito in legge nel 2019 ma ha ancora bisogno di centinaia di milioni di dollari per arrivare .a fruizione.

I numeri fanno riflettere: secondo un piano d’azione del giugno 2022 compilato dal Dipartimento statale dei trasporti e dal Dipartimento della selvaggina e della pesca, tra il 2002 e il 2018 sono stati segnalati 15.486 incidenti sulle strade del New Mexico che hanno coinvolto sei specie di grandi dimensioni, tra cui cervi, alci e neri orsi. I cervi hanno compensato oltre 11.000 di quegli incidenti.

A volte, le vittime non sono solo gli animali. Alla fine di agosto, un funzionario del Dipartimento dei trasporti statale ha detto ai legislatori del Comitato provvisorio sui trasporti, i lavori pubblici e il miglioramento dei capitali che ci sono state almeno tre vittime umane, la più recente nel 2020, a causa di tali incidenti nel New Mexico.

Le statistiche del Dipartimento dei trasporti degli Stati Uniti affermano che più di 200 persone sono morte in collisioni di veicoli legati agli animali nel paese nel 2020, con la stragrande maggioranza che si è verificata tra giugno e settembre.

Il prezzo finanziario per tali incidenti: 8 milioni di dollari, compreso il costo per riparare i danni alla proprietà, secondo il rapporto federale.

I sostenitori affermano che semplici segnali lungo l’autostrada che avvertono gli automobilisti di incroci di cervi e la presenza di altri animali potrebbero non essere sufficienti per arginare la marea degli incidenti.

Il Wildlife Corridors Act richiede alle agenzie statali di analizzare diversi punti dati, inclusi gli incidenti che coinvolgono la fauna selvatica, per dare la priorità alle aree in cui dovrebbero essere costruiti passaggi per la fauna selvatica, inclusi cavalcavia, sottopassaggi e recinzioni di selvaggina per proteggere sia gli esseri umani che gli animali.

Il recente rapporto statale afferma che i primi cinque hotspot di incidenti con veicoli della fauna selvatica sono Glorieta Pass vicino a Santa Fe, più la città di Cuba nella contea di Sandoval e le comunità di Bent, Ruidoso e Silver City del New Mexico meridionale.

Dà inoltre la priorità a sei corridoi per la fauna selvatica consigliati per progetti di costruzione, anche nell’area di Chama, un’area a sud di Raton e nelle strade delle catene montuose Sandia e Jemez.

Soddisfare le esigenze dei corridoi in quelle cinque principali aree di incidente sarà costoso: circa 165 milioni di dollari, secondo le stime attuali.

Questi progetti “non sono economici”, ha riconosciuto Bryan Bird, il direttore del programma sud-ovest di Defenders of Wildlife, un’organizzazione no-profit che lavora per proteggere piante e animali autoctoni in Arizona, New Mexico e Texas.

Sebbene la legislatura abbia già impegnato 2 milioni di dollari per finanziare gli sforzi dell’agenzia statale per creare un piano d’azione e riferire, quei soldi non andranno molto oltre, ha affermato.

Ma Bird ha aggiunto che un pacchetto infrastrutturale bipartisan approvato dal Congresso include 350 milioni di dollari per costruire attraversamenti stradali per la fauna selvatica e il New Mexico può richiedere fondi di sovvenzione per andare avanti con i progetti di corridoi.

Sen. Mimi Stewart, D-Albuquerque, che ha cosponsorizzato il Wildlife Corridors Act, ha dichiarato la scorsa settimana che spera di ottenere 50 milioni di dollari in finanziamenti non ricorrenti nella sessione legislativa del 2023 per iniziare a lavorare su alcuni dei progetti prioritari e richiedere i fondi federali corrispondenti.

“Dobbiamo riunire i nostri autori di sovvenzioni e scoprire come possiamo accedere a questi fondi”, ha detto Stewart. “È importante che proviamo a proteggere la nostra diversità animale e cerchiamo di fare le cose in modo più intelligente; provare ad aggiungere alcuni di questi cavalcavia, sottopassaggi e recinzioni”.

Tali sforzi ripagheranno? Il Nevada ha riportato il successo con un programma di sottopassaggi e cavalcavia per animali avviato per la prima volta nel 2010. Nova Simpson, un supervisore biologico della divisione ambientale del Dipartimento dei trasporti del Nevada, ha affermato che lo stato ha registrato circa 8.000 cervi muli all’anno utilizzando quei corridoi per attraversare le strade in sicurezza.

“Sono 8.000 animali non sulla strada e davanti agli automobilisti”, ha detto.

Ha detto che la scherma di selvaggina, che può variare in altezza da un paio di piedi per le tartarughe del deserto a otto piedi per cervi, alci e pecore bighorn, lavora per dirigere quegli animali verso i percorsi più sicuri.

“La maggior parte degli animali può adattarsi ai sottopassaggi o ai cavalcavia”, ha detto.

Ha affermato che un altro vantaggio per i corridoi degli animali è la loro capacità di ridurre il tasso di mortalità delle specie in via di estinzione o di quelle la cui popolazione è già a rischio, come la tartaruga del deserto.

Altri stati, principalmente in Occidente, hanno creato corridoi per la fauna selvatica simili, tra cui Arizona e Colorado. In California, milioni di persone vengono raccolte per costruire un incrocio per la US 101 sul lato occidentale della contea di Los Angeles, che consentirà ai leoni di montagna di attraversare facilmente otto corsie di traffico, espandendo il loro habitat.

Il New Mexico ha già iniziato a creare due corridoi di sottopassaggi per la fauna selvatica vicino a Cuba e Raton.

Tali espansioni sono necessarie, affermano i sostenitori della fauna selvatica, per sostenere queste popolazioni e dare agli animali la possibilità di adattarsi allo sviluppo. Anche i cambiamenti climatici, la siccità e gli incendi stanno guidando i modelli migratori.

“Stiamo assistendo a sempre più incidenti a causa loro [animal] Gli habitat sono stati compromessi e lo sviluppo si sta spostando nelle aree che usano normalmente”, ha affermato VeneKlassen. “È un grosso problema di sicurezza pubblica, ma non si può dare un valore alla fauna selvatica. È economicamente importante, importante dal punto di vista del consumo: mangiamo alci. È un’importante fonte di cibo per le famiglie”.

VaneKlassen pensa che il New Mexico stia andando nella giusta direzione con il Wildlife Corridors Act, ma ha affermato che deve muoversi più velocemente e investire più denaro in infrastrutture per rendere praticabili tali passaggi sicuri.

“Cinquanta milioni sono un buon inizio”, ha detto. “Ma domani dobbiamo impegnare 100 milioni di dollari per questo. Ci sono soldi per le spese di capitale, soldi federali, ogni sorta di denaro diverso da applicare a questo. Voglio che questo sia sul radar di [congressional] senatori, rappresentanti e tutti i legislatori statali. Abbiamo bisogno di aumentare questo.

“Il tempo scorre e le vite sono in bilico: ovviamente vite umane ma anche animali selvatici molto preziosi”.

Leave a Comment