Il mondo naturale in movimento: documentari sulla fauna selvatica nostrani sul nostro radar

Il clima globale è in declino da decenni ormai. Le calamità naturali in aumento di numero e frequenza ne sono una chiara prova. I paesi di tutto il mondo stanno affrontando le reali minacce del cambiamento climatico. Prendi il Pakistan per esempio; Da giugno di quest’anno è stato inzuppato di pioggia e ad agosto più di un terzo del paese era sott’acqua secondo il loro ministro dei cambiamenti climatici. Le inondazioni hanno anche seguito un’intensa ondata di caldo record a marzo, molto simile a quella dell’India, a dimostrazione di quanto la natura tumultuosa e imprevedibile possa ricevere se non si presta attenzione. E il cambiamento climatico è stato costantemente ignorato.

Gli umani non sono gli unici ad affrontare il danno. Le calamità naturali distruggono permanentemente l’ecosistema e colpiscono direttamente la fauna selvatica. Gli animali che perdono il loro habitat e che sempre più specie vengono messe in pericolo ogni giorno è davvero tragico sia per l’uccisione di tigri, leopardi, elefanti e orsi neri uccisi in India, sia per il conflitto uomo-fauna selvatica in aumento con l’aumento della popolazione umana .lasciando poche risorse per la fauna

Con l’escalation dei danni, arriva anche la necessità di responsabilità sociale.

Di conseguenza, molti registi stanno prendendo l’iniziativa per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione urgente della diminuzione della fauna selvatica.

Ecco un elenco di 5 documentari dall’India che portano l’attenzione sulla crisi della fauna selvatica ed esplorano gli effetti del cambiamento climatico sulle diverse specie all’interno dei nostri paesaggi:

I. Sull’orlo.

Questa è una serie Docu sulle varie specie di animali in tutta l’India mai vista prima in televisione. La prima stagione della serie presenta ambientalisti, ambientalisti, scienziati e biologi locali che parlano della fauna selvatica nelle loro comunità e dei vari metodi che implementano per proteggere le specie in via di estinzione.

Nella seconda stagione, l’esploratrice Malaika Vaz viaggia per il subcontinente immergendosi negli straordinari paesaggi e habitat del paese. Si imbatte in alcuni degli animali più rari che vivono qui e approfondisce le tensioni causate dai cambiamenti climatici sulle loro vite.

La serie di docu è diretta da Akanksha Sood Singh, un’appassionata regista di storia naturale. Ha vinto tre National Film Awards assegnati dal Presidente dell’India, una nomination Wildscreen (Oscar verde), un UN Film Award, una nomination al Jackson Hole Wildlife Film Festival e, recentemente, il World’s Emerging Documentarian Award.

Puoi guardare Sull’orlo su Disney+Hotstar

II. La vita segreta delle rane

Diretto dai fratelli Ajay e Vijay Bedi, questo è un documentario sull’ecosistema e lo stile di vita delle rane. Discute una varietà di specie che si trovano nei ghat occidentali e la minaccia di pericolo affrontata da alcune specie come la rana viola.

I realizzatori hanno catturato l’affascinante storia di questi colorati anfibi in un arco di 3 anni nelle profondità delle foreste pluviali dell’India. Hanno filmato magnificamente fatti comportamentali finora sconosciuti alla scienza, documentando per la prima volta l’intero ciclo di vita della rara rana viola altamente minacciata che emerge dal sottosuolo solo per un giorno all’anno per riprodursi.

Ajay e Vijay Bedi sono registi di terza generazione in famiglia. Non solo hanno contribuito alla comunità di ricerca scrivendo un articolo scientifico che è ancora utilizzato per studiare gli anfibi, ma hanno anche presentato una proposta allo stato del Kerala per rendere la rana viola una rana di stato che aiuterebbe a migliorarne la conservazione.

Il film è stato proiettato al Mumbai International Film Festival e al Woodpecker International Film Festival. Ha ottenuto una nomination agli Emmy per il miglior montaggio in un documentario. Ha anche vinto il National Film Award per il miglior film non lungometraggio e il National Film Award per il miglior film non lungometraggio: fotografia.

Puoi guardare La vita segreta delle rane su Discovery+

III. Il regno di Jujurana

Questo documentario è un viaggio nel Regno di Jujurana, uno dei fagiani più vulnerabili del nostro pianeta, che risiede sullo sfondo di estreme pressioni socio-politiche esercitate su uno splendido paesaggio forestale temperato e subalpino. Il maschio dalla faccia rossa, bargiglio blu e cornuto della specie è uno splendido fagiano, che ipnotizza le femmine con la sua danza di corteggiamento mozzafiato. Il documentario sul viaggio del regista nel regno di Jujurana mette in evidenza ciò che serve per proteggere questa specie in un momento in cui l’India sta rapidamente perdendo la sua biodiversità.

Il regista Munmun Dhalaria, è un regista indipendente e National Geographic Storytelling Explorer, incentrato sulla conservazione della fauna selvatica, sul genere e sulla comunicazione scientifica.

Il regno di Jujurana è stato premiato come il miglior film: Mountain Wildlife al 4th IMF Mountain Film Festival, nel 2020.

Puoi guardare questo documentario su YouTube.

IV. Gaur nel mio giardino

Il documentario esamina le interazioni uomo-animale e i conflitti che sorgono a Kotagiri, Nilgiris, un punto chiave della biodiversità in India, attraverso le esperienze dei residenti del Keystone Foundation Campus con il Gaur o il bisonte indiano, una specie minacciata e in via di estinzione.

È diretto da Rita Banerji, regista di conservazione. Sotto la sua bandiera Dusty Foot Productions, ha prodotto diversi film pluripremiati, tra cui il vincitore dell’Oscar verde a Wildscreen, nel Regno Unito. Nel 2015 ha fondato The Green Hub, una borsa di studio per giovani e comunità per la documentazione video nel nord-est dell’India, per il lavoro relativo all’ambiente e alla conoscenza indigena.

Questo documentario è stato proiettato ai festival di Kathmandu e Thiruvanathapuram

Puoi vederlo qui.

V. Karnataka selvaggio

Questo è un film di storia naturale 1×60 blue chip prodotto da Icon Films e Mudskipper per il dipartimento forestale del Karnataka e ITV Global Entertainment. Documenta la storia naturale e della fauna selvatica del Karnataka, che è anche lo stato con il maggior numero di tigri ed elefanti.

È stato diretto da Amoghavarsha, regista e fotografo naturalista indiano. In passato ha lavorato con National Geographic e BBC. I suoi film hanno vinto premi come il 67° National Film Awards, l’Impactdocs Award of Merit e l’Australia India Youth Dialogue alumni grant per l’anno 2015.

Ha vinto il National Film Award per la migliore esplorazione / avventura e il National Film Award per la migliore narrazione / voce fuori campo di un film nel 2021.

Puoi vederlo qui.

Se ti è piaciuto leggere questo articolo, ti suggeriamo anche:

5 documentari indiani che attirano la nostra attenzione sulla crisi ambientale spesso ignorata

5 foreste di mangrovie meno conosciute in India che ogni amante della natura deve visitare

Stop Adani: Comprendere la crisi dei diritti umani e il danno ambientale causato dal conglomerato

.

Leave a Comment