La formazione della Sydney Basin Koala Network mira alla “cintura verde” per proteggere la fauna selvatica dall’espansione urbana incontrollata

Quando la soccorritrice della fauna selvatica Emma Meddows ha ricevuto una chiamata per salvare un koala e il suo cucciolo che sono stati investiti da un’auto nel sud-ovest di Sydney, è stato uno scenario fin troppo familiare.

Fortunatamente, un membro del pubblico ha visto il koala correre su un albero dopo essere stato colpito.

Hanno raccolto il joey “grande come un palmo” dalla strada e se ne sono presi cura fino a quando non è arrivato un volontario del Wildlife Information, Rescue and Education Service (WIRES).

“Se non fosse stato raccolto dalla strada, sarebbe stato investito da un’auto lui stesso o probabilmente sarebbe morto freddo a terra”, ha detto la signora Meddows.

“L’attenzione ai dettagli del soccorritore è stata fantastica.”

La signora Meddows ha affermato che la chiave per salvare la fauna selvatica investita da un’auto è agire rapidamente.

“Dai un’occhiata a ciò che ti circonda, sappi dove ti trovi, chiama un’organizzazione per la fauna selvatica e chiedi subito aiuto”, ha detto.

Nuova rete per la protezione dei koala

In questo caso, la rapida azione del soccorritore a Rosemeadow, a sud di Campbelltown, insieme al lavoro successivo per riunire la madre e Joey, ha assicurato la loro sopravvivenza nonostante la ferita della madre.

Il caso ha evidenziato il numero crescente di salvataggi di koala che si verificano alla periferia di Sydney.

Emma Meddows con il minuscolo joey salvato.(In dotazione: FILI)

È stato uno dei motivi per cui WIRES ha collaborato con il Total Environment Centre di Sydney per formare il Sydney Basin Koala Network.

Dedicata alla conservazione dei koala, la rete si estende da Newcastle a nord, a ovest fino alle Blue Mountains ea sud fino a Nowra.

Il portavoce Jeff Angel ha affermato che le attuali misure di protezione dei koala implementate dal governo e dagli sviluppatori privati ​​sono del tutto insufficienti.

Ha detto che la rete mirava a formare i residenti come cittadini scienziati per aiutare a difendere i koala.

“Molte persone sono sorprese di sapere che ci sono koala ai margini di Sydney e ai margini delle nostre grandi città costiere”, ha detto Angel.

“Quando scoprono che abbiamo koala così vicini a noi – e sapendo che i koala sono una popolazione in via di estinzione – vogliono fare di più per proteggerli”.

Spingere per la ‘cintura verde’ del koala

Come parte del lancio della rete, sono stati resi noti i risultati di un sondaggio condotto su 1.000 persone, che includeva residenti sia nelle aree metropolitane che in quelle regionali.

Ha mostrato che l’84% ritiene che gli habitat dei koala debbano essere protetti, mentre solo 1 persona su 10 pensa che gli habitat dei koala debbano essere utilizzati per attività economiche.

rete di koala koala in recinto
I koala ‘Kaya’ e Joey ‘Koa’ si stanno riprendendo dopo essere stati investiti da un’auto(In dotazione: FILI)

“Una delle cose che stiamo spingendo è davvero difficile [for] una cintura verde di koala di Sydney in modo da poter fermare l’incursione dell’espansione urbana incontrollata nel loro prezioso habitat”, ha affermato Angel.

“C’è [an] Enorme livello di supporto per questo.

“Le persone sentono anche che i minatori, i taglialegna, gli sviluppatori urbani hanno troppa influenza sul processo decisionale sul futuro di quell’habitat”.

.

Leave a Comment