Antilopi pronghorn rilasciate nel rifugio della fauna selvatica dell’Arizona meridionale

L’Arizona Game and Fish Department ha rilasciato martedì 30 antilocapre in un campo erboso a circa 65 miglia a sud-ovest di Tucson per rinforzare la popolazione del Buenos Aires National Wildlife Refuge.

Le nuove aggiunte raddoppieranno più che le dimensioni della mandria esistente, che contava circa due dozzine di animali dopo anni di tentativi di ristabilire lì le specie un tempo comuni.

“C’erano centinaia di loro nella Altar Valley” prima che la popolazione nativa si estinguesse, ha detto Mark Hart, portavoce di Game and Fish.

I cinque maschi e 25 animali liberati martedì sono stati raccolti da un gruppo molto più ampio di circa 200 animali nella San Bernardino Valley a nord-est di Douglas.

Due dei maschi e otto delle femmine ora indossano collari di localizzazione in modo che gli ufficiali di gioco possano vedere dove vanno e come usano il paesaggio.

La gente sta anche leggendo…

Hart ha affermato che i collari sono progettati per durare due o tre anni e poi si staccano automaticamente quando le batterie si scaricano.






Un pronghorn con un collare di localizzazione salta via dopo essere stato rilasciato martedì al Buenos Aires National Wildlife Refuge a nord di Sasabe.


Dipartimento di selvaggina e pesce dell’Arizona


Gli animali trapiantati molto probabilmente vivranno la loro vita all’interno del rifugio di 117.464 acri a nord di Sasabe, ma “dipende da loro”, ha detto.

I pronghorn sono stati catturati in reti lanciate da un elicottero a bassa quota, quindi trasportati in un’area di sosta lungo la statale 80 a sud delle montagne Chiricahua, a circa 10 miglia a est del confine tra Arizona e New Mexico.

Gli animali sono stati bendati per mantenerli calmi, esaminati e poi caricati su rimorchi per il viaggio di circa 200 miglia verso la Valle dell’Altare.

Il maltempo ha ritardato la cattura, ha detto Hart. “Abbiamo dovuto interrompere le operazioni lunedì perché ha iniziato a nevicare di tutto”.

Nonostante il loro nome comune, le antilopi antilocapre non sono affatto antilopi. Sono molto più strettamente imparentati con le giraffe e gli okapi che con le vere antilopi e gazzelle dell’Africa e dell’Asia, sebbene riempiano la stessa nicchia di prateria.






Un pronghorn viene esaminato dopo essere stato catturato nella San Bernardino Valley a nord-est di Douglas come parte di uno sforzo per aumentare la popolazione presso il Buenos Aires National Wildlife Refuge vicino a Sasabe.


Dipartimento di selvaggina e pesce dell’Arizona


Decine di milioni di pronghorn un tempo vagavano per le vaste pianure del Nord America, ma negli anni ’20 il loro numero era stato ridotto a meno di 15.000 a causa della caccia dilagante e della perdita dell’habitat.

Da allora la popolazione complessiva è rimbalzata a circa 1 milione, grazie a diffusi sforzi di conservazione, sebbene tre sottospecie siano ancora a rischio di estinzione, tra cui il pronghorn di Sonora che vive nel deserto e si trova lungo il confine tra Stati Uniti e Messico nel sud-ovest dell’Arizona.

La varietà più comune di pronghorn, come quelle rilasciate martedì, si trova principalmente nel terzo settentrionale dello stato, anche se il sud-est dell’Arizona ospita ora circa 600 animali.

Uno degli sforzi di ripopolamento di maggior successo fino ad oggi è nell’area intorno a Sonoita ed Elgin, dove la popolazione è passata da meno di 100 a più di 300 pronghorn.

Hart ha affermato che altri animali sono stati spostati nell’area dal New Mexico e altrove in Arizona per migliorare il mix genetico. Allo stesso tempo, Game and Fish ha collaborato con i proprietari terrieri locali per migliorare l’habitat installando nuove pozze d’acqua e serbatoi, rimuovendo alberi di mesquite per aprire le praterie e modificando più di 100 miglia di recinzione di filo spinato in modo che i pronghorn possano infilarsi sotto di loro senza essere colpiti. impigliato.

L’Arizona consente ai cacciatori di prendere circa 500-700 pronghorn ogni anno da alcune parti dello stato, ma non al Buenos Aires National Wildlife Refuge.

“La mandria è troppo piccola per essere cacciata lì”, ha detto Hart.

L’antilope Pronghorn è stata spostata da Arizona Game and Fish dal nord di Douglas al Buenos Aires National Wildlife Refuge dell’USFWS vicino a Sasabe. La traslocazione raddoppia le dimensioni della mandria di pronghorn al rifugio a più di 50, hanno twittato Arizona Game e Fish. Video per gentile concessione dell’Arizona Game and Fish Department.

Dipartimento di selvaggina e pesce dell’Arizona


Contatta il giornalista Henry Brean a hbrean@tucson.com o 573-4283. Su Twitter: @RefriedBrean

.

Leave a Comment